additivi alimentari

 1 giugno 2001  oliopepesale.com

Sono gli elementi aggiunti alla produzione alimentare per modificarne il gusto, la consistenza, prevenirne alterazioni ed altri motivi. Scopriamo cosa si nasconde dietro a queste sigle e quali sono permessi.


Tutti abbiamo letto sull’etichetta di un prodotto una frase del tipo: "contiene E124 e E334", probabilmente con un sentimento di dubbio o diffidenza. Stiamo parlando degli additivi, le sostanze che vengono aggiunte nella lavorazione degli alimenti non per il loro eventuale contenuto nutritivo, ma al fine di conservare le caratteristiche chimiche o fisiche dell’alimento ovvero evitare la sua alterazione o infine per modificarne il sapore, l’odore, l’aspetto o la consistenza. Più precisamente, ne esistono otto categorie:

  • contro le alterazioni microbiche
  • contro l’irrancidimento dei grassi
  • addensanti, gelificanti ed emulsionanti
  • additivi ad azione varia
  • coloranti
  • aromatizzanti
  • nutrienti
  • sostituti dello zucchero

allergia e intolleranza

Nel corso degli anni sono stati individuati fenomeni di allergia ed intolleranza individuale che hanno portato ad ulteriori classificazioni e all’eliminazione di alcuni additivi dalle liste dei prodotti ammessi. Negli Stati Uniti si identificano additivi "sicuri", "non tossici", "da usare con cautela", "da escludere per molti soggetti", e "da eliminare".

cosa ha fatto l’Unione europea

Dal 1989 l’Unione Europea ha stabilito che possono essere utilizzati solo gli additivi definiti in apposite liste e secondo modalità stabilite. La normativa italiana ha recepito queste prescrizioni, indicando anche gli alimenti che non possono in alcun caso contenere additivi, e che sono la carne (non insaccata), miele, oli e grassi animali e vegetali, burro, panna e latte, yogurt, acqua minerale naturale, caffè, tè in foglia, paste alimentari secche.

Questo articolo è stato originalmente pubblicato su oliopepesale.com, primo portale in Italia di gastronomia, con guida ai ristoranti, pubblicazioni dell'Accademia Italiana della Cucina e articoli di storia della cucina, ricette, alimentazione. Assaporami ringrazia gli autori per la disponibilità a pubblicare qui numerosi articoli del prezioso archivio.

alimentazione

Rosemary﹠Thyme S.r.l. - P.IVA IT09427620969

CC BY-NC-SA 2016-2020 alcuni diritti riservati